San Martino

Fino a non molti anni fa, l’11 novembre era normale incontrare nelle strade di Venezia gruppi di bambini di varie età, armati di mestoli e pentole. Entravano nei negozi e con l’accompagnamento di queste percussioni domestiche cantavano (a squarciagola) la filastrocca di San Martino. In cambio di questa esibizione ricevevano dolcetti, caramelle o persino qualche

Le fave dei morti

Il 2 novembre,  per la ricorrenza dei defunti e nei giorni immediatamente precedenti,  le pasticcerie di Venezia mettono in bella mostra un tipico dolce tradizionale: “le fave dei morti”. Non si tratta di una tradizione prettamente veneziana, poiché esistono, ad esempio, anche le fave triestine e marchigiane. Quelle veneziane  sono dei dolcetti della dimensione di

I fratelli Lumière a Venezia

  Era il 9 luglio 1896 quando i fratelli francesi Auguste e Louis Lumière proiettarono i loro lavori a Venezia, presso il teatro San Moisé (poi abbattuto). La prima proiezione cinematografica, strettamente su invito, fu accolta con molto entusiasmo, tanto che le proiezioni si succedettero per circa due mesi. Nel 2016, alla 73^ Mostra del

Sguardo letterario

Le immagini di Venezia nelle parole di grandi autori     Iosif Brodskij, Fondamenta degli Incurabili letto da Barbara   Scrittori a Venezia Testo: Iosif Brodskij, Fondamenta degli Incurabili Gepostet von Think Venice am Samstag, 3. Oktober 2020      
TORNA SU